In News

“Qual è la parola chiave che associate al concetto di “digitalizzazione” e perché?”

Questo è lo stimolo che CRIT ci ha proposto, quando ci ha chiesto di partecipare ad uno dei panel del prossimo Networking Day, il 17 ottobre a Reggio Emilia.
Questa è la sintesi su cui avremo modo di dibattere dopodomani. Per noi, la parola “Digitalizzazione” ha tre cognomi: Connessione, Interconnessione, Integrazione. Vediamo perché.

CONNETTERE

Il primo step, quando si parla di digitalizzare una fabbrica, un building, un asset è sicuramente connettere. Sembra una cosa scontata, mai nella realtà del contesto italiano sicuramente non lo è. Si dibatte ancora a lungo sulla difficoltà di connettere alcuni impianti, soprattutto le infrastrutture legacy; anche su questo abbiamo una risposta. Connettere una macchina, di per sé, già porta benefici. Raccogliere dati significa avere informazioni e conoscere l’andamento di normale funzionamento di una macchina, il consumo e già con queste premesse si possono prendere decisioni.

INTERCONNETTERE

Quando ad essere connesso non è più solo un impianto, ma un’intera linea produttiva o l’insieme degli impianti di un building, il livello di consapevolezza sale. È dall’interconnessione che si può prendere coscienza di come performano un processo o una facility. Ad esempio, aggregando i consumi elettrici di tutti i macchinari con dati di produzione di un impianto fotovoltaico, è possibile quantificare la bolletta energetica netta di un grande ufficio o di un’area produttiva.

INTEGRARE

Il bello, però, è quando i dati dal campo, raccolti tramite sensori, i cosiddetti dati OT, si incrociano con altri dati e sistemi, come i CRM, gli ERP, i MES. Questo significa portare IoT nei processi. In questo sta il maggior valore della digitalizzazione. Pensiamo ad esempio ad una utility: attraverso i dati OT raccolti da sensori sul campo può tracciare le perdite di un sistema idrico; questa informazione può innescare un allarme in tempo reale inoltrato inoltrato alla squadra di pronto intervento, grazie alla integrazione con un software per la gestione delle manutenzioni, quindi una applicazione IT. I vantaggi? Riduzione degli sprechi di acqua, rimozione dei danni da allagamento, preservazione dello stato di salute degli impianti, continuità del servizio.

Se poi volessimo ricondurre queste tre dimensioni ad unità, digitalizzazione per noi significa essere consapevoli, forti dei dati raccolti da fonti diverse, delle aree di spreco, di inefficienza o persino di nuove opportunità di business basate proprio sui dati.

Qui l’agenda del CRIT Networking Day 2019 e il link per la registrazione gratuita.

Post recenti

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca