In Eventi

Per chi si occupa di Smart Real Estate, Property e Facility Management e, più in generale, di gestione innovativa dei building, segnaliamo un bell’evento il 21 novembre a Bologna. Siamo felici di parteciparvi, come partner e sponsor. In particolare, agganciandoci al concept che guida l’evento, cercheremo di mostrare cosa si cela dietro lo specchio delle meraviglie (IoT) digitali e  come Internet delle Cose possa rappresentare il cuore pulsante degli smart building.

I DETTAGLI DELL’EVENTO

L’evento Open Twin, organizzato da Open Project, si colloca al termine della prima giornata del Digital&BIM, l’iniziativa – italiana – dedicata esclusivamente alla trasformazione del settore delle costruzioni attraverso la digitalizzazione, le tecnologie e l’innovazione.  Durante Open Twin si guarderà al futuro del Real Estate e del Property & Facility Management attraverso le nuove tecnologie digitali. Durante la serata esperti di Industry 4.0, BIM, IoT, Smart Building e Property Management mostreranno le possibilità e le aspettative di oggi e di domani. A seguire un aperitivo con la possibilità di provare in prima persone esperienze di Realtà Virtuale e tecnologie IoT. Open Twin si svolgerà alle 18:15 del 21 novembre a Bologna, presso UNAHOTELS Bologna Fiera, Piazza della Costituzione. La registrazione gratuita ma obbligatoria.

DI COSA PARLEREMO

IL CONTESTO

Come sta accadendo un po’ in tutti i mercati, anche la gestione dei grandi edifici, complici il grado di complessità degli impianti, le pressioni sull’efficientamento dei costi e la sensibilità ai consumi energetici, non può più essere affrontata in modo compartimentato: si pone la sfida di cambiare le cose, e anche rapidamente. Proprio come si legge in Alice oltre lo specchio: “Ora, qui, per restare nello stesso posto, devi correre più velocemente che puoi. Se vuoi arrivare da qualche parte, devi correre due volte più veloce.”

IL RUOLO DI IOT NELLE TECNOLOGIE PER GLI SMART BUILDING

Già da tempo il digitale è stato introdotto nel settore dei building, sia sottoforma di strumenti per la progettazione (CAD, Modellazione 3D, BIM) sia nel senso di monitoraggio remoto (la vecchia telemetria). Le tecnologie IoT tuttavia aggiungono ulteriore valore alla digitalizzazione del building sotto tre dimensioni: il “real time”, l’interconnessione, le retroazioni.

REAL ESTATE 4.0: UNA STRADA POSSIBILE?

Può un edificio essere approcciato in chiave 4.0? Nella nostra esperienza – lo chiamiamo Maturity Model- digitalizzare un building è un percorso in 3 tappe: Connettere, Interconnettere, Integrare. Per ognuno di questi step faremo esempi pratici. Vedremo quindi che applicare le logiche dell’Industria 4.0 si può e può creare opportunità di efficienza, risparmio energetico, migliore funzionalità, migliori esperienze.

SMART BUILDING: UNA PRATICA WIN-WIN

Un ultimo aspetto molto interessante è che, quando applicate in ambito smart building, le logiche IoT conducono normalmente a risultati positivi per tutti gli stakeholder e pubblici coinvolti. Per gli end user, spesso IoT significa nuove esperienze. Per il facility manager, laddove IoT è spesso sinonimo di risparmio. Per il real estate: IoT è uno strumento di differenziazione competitiva e di innovazione.

I FATTORI CRITICI DI SUCCESSO

Lavorare su progetti di Smart Real Estate animati da una componente IoT, impone di affrontare e gestire tre sfide.

Interoperabilità: bisogna far parlare impianti e sistemi diversi; un approccio open / multi protocol è la soluzione.

Integrazione:  mettere insieme software, dispositivi, persone diverse è un must. Noi lo facciamo attraverso un approccio architetturale che abbiamo chiamato IoT blending.

Sicurezza: i building sono delle piccole industrie e richiedono quindi la massima sicurezza. Un approccio security by design è un must.

Vi aspettiamo!

Post recenti

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca